La riserva

La Riserva Naturale Speciale del Sacro Monte di Varallo è stata istituita dalla Regione Piemonte con la legge n. 28 del 30 aprile 1980 per salvaguardare le caratteristiche ambientali e paesaggistiche del Sacro Monte, garantire il ripristino e la conservazione del complesso storico religioso e favorirne la fruizione a fini scientifici, culturali e didattici.

Dal 1 gennaio 2012, con la legge Regionale n. 19/2009, il Sacro Monte di Varallo è gestito dall'ente regionale denominato Ente di Gestione dei Sacri Monti che amministra i sette Sacri Monti del Piemonte: Belmonte, Crea, Domodossola, Ghiffa, Oropa, Orta e Varallo

L’ Ente di Gestione dei Sacri Monti opera per conservare e mantenere i complessi storici artistici e ambientali di tutti i Sacri Monti con appositi finanziamenti e grazie al lavoro del proprio personale dipendente, un direttore, personale di vigilanza, personale tecnico, amministrativo e addetti alla manutenzione.
Cura la pulizia, il decoro e la manutenzione del giardini, dei percorsi e delle strutture a servizio della fruizione, nonche’ la manutenzione e il restauro delle cappelle, la ricerca, gli studi e la valorizzazione del complessi.

Il Sacro Monte è proprietà del Comune di Varallo (Amministrazione Civile del Sacro Monte).

La cura religiosa del Santuario è affidata ai Padri Oblati, rappresentanti del vescovo di Novara.

Il Sacro Monte di Varallo dal luglio del 2003 è stato riconosciuto come bene di interesse mondiale tutelato dall’Unesco.

Presidente: Giacomo Gagliardini
Direttore: Renato Tonello

© Copyright Ente di Gestione dei Sacri Monti 2013. All rights reserved.